#iorestoacasa, l’impegno di Amgen per i pazienti lombardi affetti da malattie croniche

iorestoacasa Amgen

 

Oltre 3.000 pazienti lombardi affetti da malattie croniche non dovranno più recarsi presso le farmacie ospedaliere, per ritirare i medicinali di cui hanno periodicamente bisogno. È questo il risultato di un’intesa con la Regione Lombardia, per la quale Amgen Italia, secondo quanto dichiarato in un comunicato ufficiale, garantirà, per tutta la durata dell’emergenza Coronavirus, la consegna a domicilio di propri farmaci ai pazienti in trattamento.

Amgen opera in Italia da 30 anni ed è uno dei leader mondiali in area biotecnologie mediche. L’azienda si impegna a mettere a disposizione dei pazienti, farmaci innovativi per patologie e malattie cardiovascolari, oncoematologiche, infiammatorie, osteoarticolari, nefrologiche.

Con questa iniziativa, in linea con le misure sempre più stringenti adottate a livello nazionale e regionale per il contenimento dell’infezione e con la campagna #iorestoacasa, si punta a evitare che le persone particolarmente fragili siano costrette a uscire di casa per accedere alle strutture ospedaliere, assicurando loro la continuità assistenziale a domicilio. L’obiettivo – anche da parte di Amgen, come di altre aziende farmaceutiche – è scongiurare che questi pazienti si espongano a un doppio rischio: quello dell’infezione da COVID -19 e quello di un aggravamento della loro condizione per mancanza dei trattamenti appropriati.

Al programma, sottolinea il comunicato, sono interessati i pazienti in cura per diverse patologie croniche, tra queste: psoriasi, artrite psoriasica, artrite reumatoide, malattia di Crohn e porpora trombocitopenica autoimmune, oltre all’ipercolesterolemia. Sono tutte malattie per le quali sono indicati farmaci biotecnologici Amgen e che, su prescrizione medica, vengono messi a diposizione esclusivamente dalle farmacie ospedaliere.

Ai pazienti cronici e in trattamento per queste patologie con i farmaci Amgen non è richiesto di fare nulla. Saranno contattati direttamente dal personale degli ospedali presso cui sono in cura per la consegna a domicilio.

Tutta Amgen è coinvolta nelle azioni di contenimento della pandemia, con un’attenzione speciale ai bisogni delle fasce di popolazione più fragili, a partire dalle aree maggiormente colpite dall’infezione” ha commentato Soren Giese, Presidente e Amministratore Delegato di Amgen Italia“Va in questa direzione il programma che, d’intesa con Regione Lombardia, abbiamo attivato per sostenere i pazienti affetti da malattie croniche che, in questa situazione di emergenza, devono poter sempre contare su farmaci per loro essenziali. Questa iniziativa si va ad aggiungere a quella di home delivery lanciata nei giorni scorsi, oltre alla donazione al welfare lombardo effettuata nei primi giorni dell’emergenza. E l’impegno di Amgen certamente non si fermerà qui”.

Amgen Italia, che copre interamente i costi dell’operazione, per il ritiro dei farmaci dalle farmacie e la consegna ai pazienti, collaborerà con PHSE, azienda leader in Italia nel trasporto di prodotti biofarmaceutici, un’attività che prevede rigidi protocolli di sicurezza, in particolare per quanto riguarda il controllo della temperatura durante il trasferimento dei medicinali.

 

Amgen è impegnata a esplorare il potenziale della biologia a beneficio di pazienti affetti da patologie gravi, ricercando, sviluppando e rendendo disponibili terapie biotecnologiche innovative, che migliorano sensibilmente la prospettiva e la qualità di vita. Questo approccio parte dall’uso di strumenti quali la genetica avanzata per indagare la complessità delle patologie e comprendere le basi della biologia umana. Opera in aree terapeutiche dal bisogno medico fortemente insoddisfatto, quali oncologia, ematologia, cardiovascolare, malattie osteoarticolari, malattie infiammatorie e nefrologia. Con una pipeline di farmaci dal potenziale altamente innovativo, Amgen destina alle attività di ricerca e sviluppo risorse finanziarie consistenti. Al momento in Italia sono in corso 39 studi che coinvolgono oltre 430 centri in tutta la penisola e più di 1000 pazienti. Pioniera delle biotecnologie da quaranta anni, Amgen è presente in oltre cento Paesi con ventimila collaboratori. In Italia, è presente dal 1990; oggi conta oltre 300 collaboratori con competenze professionali di alto livello. Per maggiori informazioni visita il sito www.amgen.it.