Patent View: il terzo posto di Pfizer, dopo Roche e Novo Nordisk

photo by ar130405

 

Pfizer guadagna la terza posizione nel ranking che misura la reputazione di 23 aziende farmaceutiche valutate dalle associazioni pazienti che hanno familiarità con queste aziende nel nostro Paese. E’ preceduta da Roche (primo posto) e Novo Nordisk (secondo posto).

La classifica emerge dalla recente pubblicazione del VI Rapporto della Patient View 2019 (analisi Novembre 2019 – Febbraio 2020). Secondo quanto rilevato dalla survey, nata in occasione della “The Corporate Reputation of Pharma – from the Perspective of Italian Patient Groups”, Pfizer guadagna il primo posto tra le sette maggiori aziende farma valutate da 22 gruppi di pazienti italiani. Il colosso americano risulta anche secondo tra le 14 peer “Big Pharma”, analizzate da 100 associazioni italiane (il gruppo più rappresentativo), che hanno dichiarato di avere familiarità con le aziende del settore. Inoltre, l’azienda totalizza l’incremento maggiore nell’indicatore “Integrità”, saltando 11 posizioni in classifica e raggiungendo il primo posto nell’indicatore “Patient Centricity”, con un balzo di 8 posizioni rispetto all’anno precedente.

Paivi Kerkola, Amministratore Delegato di Pfizer in Italia, ha dichiarato in una nota ufficiale: “Accogliamo con grande soddisfazione questo risultato che riconosce il nostro impegno e incoraggia a perseguire il nostro purpose di ricercare innovazioni che cambiano concretamente la vita dei pazienti. Per Pfizer la centralità dei pazienti è da sempre una priorità non solo nella ricerca di farmaci innovativi e vaccini, sicuri ed efficaci, ma anche nell’accesso alle cure e, guardando oltre il farmaco, nell’offrire programmi e servizi che possano migliorare la qualità della vita di chi convive con la malattia“.

L’indagine, che ogni anno mette a confronto le società del settore sanitario per capire, attraverso la viva voce dei pazienti e delle loro associazioni, come evolve l’immagine delle aziende – tra le quali anche quelle farmaceutiche – è stata realizzata tra novembre 2019 e febbraio 2020, poco prima dell’emergenza dovuta al COVID-19.

Siamo grati a tutte le associazioni pazienti per il loro feedback sul nostro operato – continua Luisa Cofrancesco, Corporate Affairs Director di Pfizer in Italia – e cogliamo l’occasione per esprimere la nostra riconoscenza per il duro lavoro che hanno svolto durante questo periodo di emergenza, che testimonia quanto siano preziose e importanti, soprattutto per i più fragili“.

Clicca qui per accedere al report completo